Mio fratello non ha mai visto “Gomorra – La serie”, eppure conosce tutte le frasi più celebri. Come? Grazie ai The Jackal.

L’unione di genio, comicità ed originalità ha portato un gruppo di ragazzi ad essere tra i maggiori influencer italiani. Un vero e proprio esempio di stile, mai banali, volgari o noiosi, sempre sul pezzo. Non a caso varie aziende ( ActionAid, Carrefour, Leerdammer) hanno affidato a loro la propria campagna pubblicitaria.

Milioni di visualizzazioni ad ogni video pubblicato.

E’ impossibile non aver mai visto “Gli effetti di Gomorra”, “Lost in Google”, “30 anni”, “Gay ingenui” e chi più ne ha più ne metta. Sono riusciti a farsi amare raccontando in modo ironico ed originale quelle che sono le vicende giornaliere di tutti noi.

Per tre anni hanno “presentato” Sanremo, chiedendo nei primi due ai cantanti in gara e ai presentatori di ripetere le loro frasi più celebri (ancora meglio se pronunciate in momenti inaspettati), mentre quest’anno grazie alla collaborazione e alla simpatia di Pierfrancesco Favino sono riusciti a vestire i suoi panni, con lo scopo di lanciare un messaggio in mondovisione. Infatti tutte le sere il presentatore e attore romano, con una scusa riusciva ad inserire nel discorso il messaggio:”GNIGNI”. E’ chiaro che questa parola diventata ormai tormentone, non abbia molto senso, ma coinvolge, ti fa sorridere e ti entra in testa.

Questa è la filosofia The Jackal. Sono riusciti, inoltre, a trattare temi delicati come la camorra, con ironia e leggerezza. Lo stesso Roberto Saviano ha collaborato con loro prendendo parte al terzo video de “Gli effetti di Gomorra” dove spiega che grazie a questa loro ironia, si possono smontare quelle che sono le immagini stereotipate di quei personaggi.

The Jackal sono la prova vivente che i sogni possono diventare realtà. Sono partiti in tre e ogni anno aumentano sempre di più. Non si sono lasciati condizionare da quelli che da ragazzini li definivano sfigati a causa della loro passione per la tecnologia, ma anzi, sono andati avanti coronando il loro sogno, ovvero quello di realizzare un film completamente ideato e interpretato da loro.

E’ forse per questo che ci sentiamo molto vicini a loro, perché come noi hanno adottato la filosofia del #sonocomemiva.